Posted by Italy Stone Marble Blog | Architettura, Case private, Facciate, Materiali, Tipi Edilizi, Travertino

Siamo in Giappone, a Zushi, in una casa in prossimità di un fiume nel profondo delle montagne. La struttura è in rapporto continuo con l’esterno e gli spazi sono aperti e chiusi allo stesso tempo. Casa Lotus progettata dall’architetto Kengo Kuma ricrea una relazione con l’ambiente molto sottile, l’edificio infatti non imita la natura ma la evoca.

kengo-kuma-architettura-travertino-facciata-rivestimenti-casa-lotus

L’architetto ha inserito come elemento dominante l’acqua all’interno della casa come un trait d’union con il fiume che è all’esterno, in pieno stile orientale.

L’architettura stessa è composta sostanzialmente da piani e aperture, l’edificio è diviso in due ali, con la terrazza che diventa quasi una “corte” in mezzo. La stessa superficie retrostante ha una trama da cui si intravede il bosco.

La Lotus House rappresenta una contaminazione tra la cultura nipponica e la modernità occidentale, testimoniata dal tributo all’architetto Mies Van der Rohe di cui cita le trasparenze del famoso progettista tedesco.

kengo_kuma_travertino_casa_travertine_house_japan_lotus

Kengo Kuma ha creato pareti leggere in cui il vento può penetrare utilizzando la pietra. Sono infatti lastre di travertino sottili di dimensioni 20 x 60 centimetri e 30mm di spessore sospesi da una struttura in acciaio a formare una scacchiera.

kengo-kuma-lotus-house-travertino-facciata-rivestimenti

La larghezza della struttura è più sottile del pannello in pietra e quindi la pietra sembra essere sospesa nell’aria: un esempio mirabile di leggerezza nella pietra che è un richiamo alla delicatezza dei petali di loto.

Commenti

comments

Both comments and pings are currently closed.