interni casa pietra arenaria rivestimenti balmain sidney studio carter williamson

Lo studio Carterwilliamson Architects, guidato da Shaun Carter ha progettato la ristrutturazione di questa abitazione  a Balmain, vicino Sidney, situata in una zona dove sembra rimasto intatto l’impianto urbano originario. In realtà la casa, datata 1850, ha subito diverse modifiche e integrazioni.
I diversi interventi avevano alterato e coperto la bellezza naturale della pietra arenaria originaria, l’intento del progetto è stato dunque quello di rinnovare la casa nel rispetto della sua importanza storica.

Una ristrutturazione di un appartamento nel tranquillo quartiere di Chamberì a Madrid ad opera dello studio Schneider Colao diventa l’esaltazione del marmo bianco Macael detto anche Almeria perchè estratto nell’omonima città spagnola.

Quasi in maniera monotematica il pregiato e purissimo marmo bianco è stato impiegato nei diversi ambienti creando uno spazio senza “confini” e un’atmosfera omogenea e funzionale.

sala pranzo cucina per ricevere pavimenti in travertino

Lo studio Davidov Partners Architects ha progettato una abitazione dallo stile minimale e funzionale, LSD Residence, a Melbourne.  L’intervento più significativo ha riguardato la modifica della struttura che aveva dimensioni irregolari. Per questo la larghezza è stata modificata e portata da 12 metri ad 8 metri. L’utilizzo degli spazi è però stato massimizzato optando per pochi materiali, travertino e cemento, e per arredi lineari.

L’interior designer Jason MacLean ha recentemente lanciato Yellow Dot Kitchens una collezione di cucine dalle forme semplici e tagliate a mano e con particolari personalizzate in base alle esigenze dei committenti.

Lo Studio MacLean, con sede a Londra, è specializzato in interni commerciali e residenziali contemporanei, design di mobili e cucine su misura. Il design è minimale con grande attenzione alla funzione a all’equilibrio compositivo, l’ispirazione viene da epoche e movimenti diversi ma si concretizza in forme ed elementi senza tempo.

Una location particolare che prima ha ospitato un fabbrica di materiali esplosivi e poi bellici ed ora riportata a nuova vita dallo studio toscano Fabbricanove che ha voluto rileggere il complesso secondo uno stile rigoroso ed elegante.
L’abitazione ha un impianto ad L costituito da due volumi sovrapposti, uno quadrato, bianco e l’altro grigio e rettangolare.

I giovani architetti Melissa Baker e Jon Handley di PullTab design hanno ristrutturato questo appartamento a Tribeca, New York, destinato ad una coppia con due bambini piccoli. La location al quinto e ultimo piano dell’edificio ha permesso di sfruttare al meglio gli spazi ampliandone le possibilità. E’ stato infatti utilizzato lo spazio del tetto come un attico  con giardino e progettato un lucernario circolare gigante che sembra come una luna benevola caratterizzando lo spazio interno.