pardo_tapia_architetti_museo_archeologico_oviedo_edificio_storico

Il progetto del Museo Archeologico di Oviedo è firmato dallo studio PardoTapia Arquitectos che ha vinto un concorso indetto dal Ministero della Cultura nel 1999 per l’ampliamento del museo situato all’interno di un edificio storico.  Il progetto è stato vinto nel 2002 e la costruzione è durata dal 2004 al 2008. Lo studio con oltre 30 anni di esperienza è stato fondato dai progettisti Bernardo García Tapia e Fernando Pardo Calvo con sede a Madrid.

Una residenza che si sviluppa su oltre 8.000 mq è House 7 il progetto dello studio Delange Design di Tel Aviv a Rishpon, Israele.

La struttura è semplice e lineare e si configura come due parallelepipedi in calcestruzzo perpendicolari l’uno all’altro che formano come una lettera T e tra di essi sorge un elemento verticale leggero.

soggiorno lussuoso chicago interni jean louis deniot designer

Il famoso designer parigino Jean-Louis Deniot ha ristrutturato una residenza di Chicago del periodo ante-guerra con dettagli di stile neoclassico, finiture personalizzate e un raffinato gusto europeo.

Chicago è da sempre una città di amanti dell’Europa, in particolare della Francia influenzata dal classicismo della École des Beaux-Arts di Parigi negli anni ’20. Era dunque comprensibile che la coppia proprietaria della residenza in un edificio storico si rivolgesse a un designer e arredatore dall’estetica parigina.

L’Istituto Salk è stato istituito negli anni ’60 da Jonas Salk sviluppatore del vaccino antipolio. Il committente ha scelto per questo importante progetto l’architetto di fama mondiale Louis I. Kahn, il risultato come spesso accade per i grandi capolavori è la sintesi tra le idee dei due protagonisti e trascende la destinazione d’uso con spazi ampi e aperti alle nuove esigenze della ricerca.

appartmento new york interni pastello soggiorno rosa

Un progetto originale a New York per un appartamento su due piani destinato ad una famiglia indiana. Gli interni a differenza del tipico stile indiano non sono esotici e con tinte vivaci ma con colori neutri e delicati.

La designer Hilary Unger dello studio Perianth di New York ha accettato la sfida di arredare la casa in modo moderno che segue elementi della tradizione ma in un sofisticato beige.

La casa infatti non è semplicemente un riflesso del gusto di chi ci abita ma una fonte di ispirazione che stimola la creatività, la produttività e l’energia.

30Nicolas Garzouzi ha scelto di creare un rifugio di montagna nella località sciistica libanese di Faqra. A realizzare il progetto è stato chiamato l’architetto Thierry Lemaire che si occupa di design per marchi come Holly Hunt e FENDI Casa.

La sfida per l’architetto è stata quella di accontentare sia Nicolas Garzouzi, un uomo rigoroso e perfezionista, che la moglie Michèle dallo spirito libero e dalle idee creative. La coppia è titolare della licenza Hermès per il Libano, Michèle lavora anche per la sua impresa familiare, Medco, un importatore e distributore di prodotti petroliferi.

L’abitazione con cinque camere da letto è la realizzazione di un sogno per il proprietario che ha visto la sua città natale distrutta durante la guerra civile del paese durata dal 1975 al 1990.

residenza a melbourne rivestimenti in pietra lavica

Un progetto firmato dallo studio B.e Architecture fondato da Broderick Ely per un edificio destinato ad un famiglia nei dintorni di Melbourne. La casa si affaccia su Canterbury Road una zona trafficata e affollata e se ne distacca diventando una vera e propria oasi di relax con caratteristici rivestimenti in pietra lavica.

L’aspetto esterno è semplice e molto naturale, quasi un rifugio dallo stile minimalista verso cui il design contemporaneo si sta indirizzando. L’edificio composto da tre strutture è rivestito in una pietra dai toni scuri che ricrea un pattern geometrico dal carattere moderno.

Una location stretta e lunga nel sobborgo di Melbourne, Ascot Vale, dà un interessante spunto agli architetti dello studio FIGR per creare una abitazione familiare e moderna integrata con l’ambiente circostante.
Colori e materiali infatti sono ripresi da quelli delle proprietà vicine ma reinterpretati in modo contemporaneo e la scelta principale riguarda la disposizione su due livelli.