interni soggiorno loft new york dieter vander velpen

Una giovane famiglia proprietaria di un loft nella zona di TriBeCa a New York ha scovato in rete i progetti dello studio di Dieter Vander Velpen architetto di origine belga dallo stile minimale e pulito e lo ha scelto per realizzare interni dall’atmosfera newyorkese ma con un tocco europeo.

Lo spazio, acquistato direttamente da un artista che viveva lì dagli anni ’70 era totalmente aperto con una camera da letto separata ma con molti elementi interessanti e di valore: ampie finestre, ambienti luminosi, soffitti alti e una vista mozzafiato del One World Trade Center.

 

interni cucina minimale loft new york

Nell’ambiente giorno grande spazio è dato all’isola cucina realizzata su misura in Italia e con rivestimento in marmo nero Marquina di provenienza spagnola. Il tavolo è stato disegnato da Dieter Vander Velpen ed è composto da un piano in noce posto su cavalletti in ottone. Questo materiale è stato utilizzato anche nel lampadario sopra il tavolo e nell’illuminazione della cucina disegnata da Michael Anastassiades per Flos.

L’obiettivo principale nell’intervento dei progettisti era quello di focalizzare l’attenzione sull’ambiente giorno che oltre alla cucina racchiude il soggiorno e di ricavare una camera da letto in più per la figlia della giovane coppia. Per ottenere questo è stata demolita la parete della camera padronale originaria sostituendola con una libreria alta fino al soffitto di 3,5 m in legno di rovere e con illuminazione integrata.

interni soggiorno loft new york dieter vander velpen

La libreria funge da parete multifunzionale, con porte scorrevoli ai lati che, una volta aperte, uniscono la camera allo spazio principale creando una vera e propria suite. Le travi del soffitto sono state lasciate esposte in tutto l’appartamento per creare una sensazione massima di spazio e altezza.

interni bagno minimale marmo statuarietto

La gemma nascosta è in realtà il bagno rivestito interamente in marmo Statuarietto. Il bagno è stato realizzato da un’azienda belga ed include un mobile-piano con lavabi lungo 3,3 mt. Nello stesso materiale sono stati realizzati i pavimenti e la parete del box doccia. Il mobile sembra a prima vista un monolite scavato ma nasconde dei  cassetti in marmo. Alle pareti laterali c’è un rivestimento in Mortex, gesso cementizio che contrasta con l’elemento puro del marmo, una scelta estetica ricorrente nel design di Dieter Vander Velpen.

I colori sono chiari ed esaltano l’atmosfera luminosa e ariosa, adatta ad ospitare gli oggetti personali e le opere d’arte che i clienti hanno acquistato in vari viaggi attraverso il Sud America e l’Asia, dando vita ad uno spazio che è la perfetta simbiosi fra design e stile personale

Commenti

comments

Both comments and pings are currently closed.