dominique-perrault-scala-marmo-corrimano-oro-luci-interni-versailles

Lo studio di architettura Dominique Perrault firma il rinnovamento dello storico Palazzo di Versailles dopo aver vinto il concorso internazionale del 2011 per restaurare il padiglione Dufour.

Come spesso avviene quando istituzioni culturali di questa portata si rinnovano l’accento è posto su ambienti di servizio e spazi che completano l’offerta della visita. L’intervento ha infatti riguardato la scalinata che raggiunge l’interrato dove è situato lo shop, la reception al piano terra, il secondo piano con il ristorante dello chef stellato Alain Ducasse e l’ auditorium e le sale conferenze al terzo piano.

reception versailles dominique perrault architecture

Il nuovo progetto è un omaggio al fasto e all’opulenza del palazzo reale, ogni intervento si integra con leggerezza moderna scegliendo un solo elemento come fil rouge col passato: il colore oro.

Negli interni infatti Gaëlle Lauriot-Prévost, designer e art director di Dominique Perrault Architecture, ha donato vitalità agli ambienti con pavimenti, soffitti e lampadari che richiamano in chiave contemporanea i motivi iconografici del palazzo storico. L’oro si inserisce in ogni dettaglio, anche nei pavimenti della reception tradizionalmente realizzati in pietra con intarsi in metallo opaco.

Al soffitto spettacolari drappeggi d’oro compongono i lampadari scultura disegnati e progettati appositamente per lo spazio.

Proprio dalla reception c’è l’accesso alla Corte Reale dove ha inizio la visita della Reggia di Versailles e seguendo l’intero percorso museale i visitatori raggiungeranno nuovamente il Padiglione Dufour prima di uscire ma in corrispondenza dell’ampliamento sotterraneo, anch’esso con tocchi giallo oro.
dominique-perrault-scala-marmo-corrimano-oro-luci-interni-versailles

Tocchi di oro anche nell’ampia scalinata in marmo bianco che porta al piano sotterraneo, dove il corrimano e le luci in rete metallica sono in oro scintillante.

dominique perrault architecture museum shop versailles interni

Il bookshop e altre aree di servizio sono nel seminterrato, una zona particolarmente suggestiva che ospitava antiche cisterne in uso dal palazzo.

L’auditorium da 200 posti e il lussuoso ristorante con annessa sala da thè sono ai piani superiori. L’auditorium è interamente rivestito in legno e dotato di lucernari sulle pareti laterali da cui penetra la luce naturale.
Il ristorante segue le scelte stilistiche del resto del complesso con dettagli in oro e ambienti che hanno un tocco di tradizionalità e contemporaneità.

ristorante lussuoso alain ducasse versailles

Il nuovo intervento segna un nuovo percorso all’interno del museo puntando sulla riqualificazione, la funzionalità e preservando il carattere della Reggia e dei suoi padiglioni.

Commenti

comments

Both comments and pings are currently closed.