30Nicolas Garzouzi ha scelto di creare un rifugio di montagna nella località sciistica libanese di Faqra. A realizzare il progetto è stato chiamato l’architetto Thierry Lemaire che si occupa di design per marchi come Holly Hunt e FENDI Casa.

La sfida per l’architetto è stata quella di accontentare sia Nicolas Garzouzi, un uomo rigoroso e perfezionista, che la moglie Michèle dallo spirito libero e dalle idee creative. La coppia è titolare della licenza Hermès per il Libano, Michèle lavora anche per la sua impresa familiare, Medco, un importatore e distributore di prodotti petroliferi.

L’abitazione con cinque camere da letto è la realizzazione di un sogno per il proprietario che ha visto la sua città natale distrutta durante la guerra civile del paese durata dal 1975 al 1990.

pavimenti in travertino design thierry lemaire

Gli interni sembrano quasi un paesaggio per l’uso di materiali naturali, l’idea del progettista era quella di creare qualcosa di “forte” e qui c’è un contrasto caratteristico fra la linearità dell’architettura e gli arredi scultorei e con forme sinuose.

In tutta la casa è stato utilizzato il travertino iraniano per i lussuosi pavimenti e rivestimenti. In particolare nel salotto è stato accostato al legno teak dei rivestimenti e arredato con divani Flexform, preziose lampade da tavolo e caratteristici e raffinati tavoli da cocktail in ottone spazzolato di Boca do Lobo.

Nella sala adibita a sala da pranzo è posizionato uno scenico tavolo curvo con abbinate le sedie trasformabili di Massimiliano Locatelli, pezzi di design esclusivo che caratterizzano fortemente l’ambiente. Anche qui è utilizzato il travertino tagliato controfalda con venature parallele, legno e dettagli in bronzo.

interni di lusso carta da parati pavimenti in travertino iraniano

Nel piccolo salone adiacente a quello di rappresentanza pendono dal soffitto due sedute di Ivano Redaelli e alle pareti i motivi naturali con uccelli, leopardi, scimmie della carta da parati colorata di Hermès, un ambiente che riflette il gusto vivace e colorato di Michèle. Come anche nello spogliatoio con pareti rivestite in carta da parati a stampa leopardato e tocchi di arancio, rosso e rosa.

Il bagno è un tripudio di travertino con una ampia vasca scavata nel travertino iraniano e pareti e mobili rivestiti con superfici a specchio.

esterni casa di lusso in libano con blocchi di pietra naturale e piscina

Il giardino è stato progettato dall’architetto paesaggista Vladimir Djurovic che ha utilizzato le rocce scavate durante la costruzione per creare un “muro” all’ingresso principale che lo divide dalla piscina. L’architettura è invece opera di Raëd Abillama che ha deciso di rivestire la facciata con lastre di pietra dalla proprietà, un processo lungo due anni che ha impegnato artigiani locali per riunirle e lavorarle.

Il paesaggio circostante è magico e quasi lunare e l’abitazione si integra perfettamente rappresentando con raffinatezza anche la cultura, la storia e lo stile del paese.

Commenti

comments