interni casa pietra arenaria rivestimenti balmain sidney studio carter williamson

Lo studio Carterwilliamson Architects, guidato da Shaun Carter ha progettato la ristrutturazione di questa abitazione  a Balmain, vicino Sidney, situata in una zona dove sembra rimasto intatto l’impianto urbano originario. In realtà la casa, datata 1850, ha subito diverse modifiche e integrazioni.
I diversi interventi avevano alterato e coperto la bellezza naturale della pietra arenaria originaria, l’intento del progetto è stato dunque quello di rinnovare la casa nel rispetto della sua importanza storica.

interni casa pietra arenaria rivestimenti balmain sidney studio carter williamson

La strategia seguita dal progetto è stata quella di rimuovere gli strati in eccesso, aprendo gli spazi e lasciando entrare la luce naturale, ma sempre rispettando i dettagli storici.

Nel soggiorno infatti è stato modificato il soffitto in modo da alzarsi e sfondando nello spazio dell’ex tetto. Questa nuova configurazione rivela delle caratteristiche variazioni di colore nella pietra arenaria della parete: una patina di luce e ombra derivante da configurazioni spaziali passate.
rivestimenti arenaria abitazione 1850 sidney soggiorno cucina lucernario

Per sfruttare al meglio la luce sono stati ricavati due nuovi lucernari, uno nel salotto, l’altro nel bagno padronale, mentre la finestra della camera, situata in posizione strategica, si affaccia sullo skyline di Sydney.

L’impiego di porte scorrevoli dissolve le pareti e i confini tra le diverse stanze consentendo di ampliare gli spazi e di garantire flessibilità nell’uso degli stessi.

Al piano terra le spesse colonne di arenaria diventano un elemento di separazione tra la nuova cucina e la sala da pranzo e il soggiorno, che è ad un livello leggermente più alto, facendo riferimento alla collocazione originaria dell’edificio.

Le grandi porte scorrevoli in vetro si aprono sul giardino posteriore ricavato da una zona precedentemente coperta che è stata trasformata in un patio. Qui una parete di arenaria recuperata porta i segni degli scalpellini. I lavori di restauro della facciata sulla strada donano alla casa una vitalità e un’originalità che le case adiacenti non hanno, con porte in legno, persiane, steccati, e tegole in ardesia riportati alla loro forma originale. Una tavolozza di materiali caldi e robusti che arricchisce la texture dei muri originali che diventano l’elemento decorativo principale di questa abitazione semplice, spaziosa e flessibile.

Commenti

comments

Both comments and pings are currently closed.