Posted by Italy Stone Marble Blog | Banche, Esterni, Pavimenti, Pietra, Rivestimenti

La città di Granada, nel sud della Spagna è famosa per il suo patrimonio architettonico, tra le opere più conosciute l’ Alhambra e il Palacio de Generalife. A questi si affiancano interventi contemporanei di pregio come il progetto del 2001 dell’architetto Alberto Campo Baeza per  Caja Granada Saving Banks.

alberto-campo-baeza-edificio-architettura-caja-granada

Il progetto per Caja Granada è un esercizio di precisione, la struttura complessa ma anche apparentemente minimale è tipica dello stile nel segno dell’ understatement di Campo Baeza. Il corpus architettonico del progetto è racchiuso in un volume a forma di cubo che si trova in cima ad un enorme, artificiale basamento come una scultura su un espositore. Le sue linee incontaminate e il motivo a “scaffali” in calcestruzzo trasmette poco del calore tipico dell’architettura del sud della Spagna. Si tratta di una struttura aliena, fortificata contro l’esterno, una architettura razionale ma anche con un tocco umano rappresentato dalle asimmetrie e irregolarità negli interni.
caja-granada-banca-spagna-architettura-pietra-campo-baeza

Anche negli interni è richiamato il motivo a griglia con l’organizzazione in partizioni. Le nicchie sembrano essere state scolpite da un unico blocco monolitico di cemento che un costituiva la forma primordiale dell’edificio. All’interno un vasto atrio centrale proprio nel centro del palazzo si apre verso la luce e il sole che filtrano dal lucernario. Il cuore del progetto è il pavimento che sembra il palcoscenico di questa “grotta”, centrale nel movimento degli elementi strutturali: le forti linee delle capriate del soffitto, le quattro possenti colonne di cemento, le pareti impenetrabili di pietra.
alberto-campo-baeza-architetto-banca-caja-granada

Le pareti di cemento e alabastro, nella loro neutralità monocromatica, eliminano la distinzione tra esterno e interno e contribuiscono a dare  l’illusione di un edificio scavato interamente da un unico blocco. Ma in questo spazio, l’omogeneità del materiale è sottoposta alle forti variazioni delle fonti e oscillazioni di luce.
parete-alabastro-campo-baeza-caja-granada-banca-spagna

Durante le ore più scure, le pareti di alabastro semi-trasparenti illuminano debolmente ricordando i pannelli di marmo della Beinecke Library di Bunshaft. Quando la luce è diretta, il calore del sole trasforma l’atrio ricordando lo spettacolo di una cattedrale europea cupa illuminata solo dalle finestre.
Come nelle cattedrali delle capitali europee qua il visitatore si sente piccolo e umile al cospetto della grandezza monumentale di questa architettura.

parete-alabastro-caja-granada-banca-spagna-architetto-campo-baeza

Campo Baeza in questo progetto non intende citare le chiese e i palazzi storici di Granada ma unire gli studi sulla luce, sul materiale e sulle strutture con un linguaggio dei nostri giorni. Riprende la secolare sensibilità dell’architettura europea per creare una architettura dal gusto gotico ma dall’estetica moderna.

Commenti

comments

Both comments and pings are currently closed.