esterni in rame e vetro lcr architetti francia
Posted by Italy Stone Marble Blog | Architettura, Design, Edifici Pubblici, Esterni, Istruzione, Rivestimenti

Lo studio francese LCR Architectes per una scuola media vicino a Tolosa, nella città di Labarthe-sur-Lèze ha utilizzato per gli esterni un materiale singolare: il rame patinato. Il risultato è un edificio dall’aspetto metallico in cui convivono le “strisce” di vetro con il rame patinato di un intenso tono di marrone che fa riferimento al colore della terra arata del vicino terreno agricolo.

esterni in rame e vetro lcr architetti francia

Il rame è un materiale naturale e vivo e lo scopo è quello di dare all’edificio una copertura che con il passare del tempo possa acquistare una patina e cambierà tono con l’età. La struttura è fiancheggiata da due strade ai lati ed è modulata su più volumi rettangolari.
facciata rame scuola media labarthe sur leze studio lcr architetti
L’ingresso è posizionato al di sotto del piano superiore a sbalzo di uno dei volumi rivestiti in rame che sporgono sul cortile. Le vetrate rendono quasi trasparente la lobby che si affaccia sul cortile dove c’è un parcheggio per biciclette ospitato sotto una specie di  tettoia sostenuta da strutture metalliche a forma di albero.
Labarthe-sur-Leze-scuola-progetto-LCR-Architectes-esterni-vetro-rameNell’altro lato una struttura in alluminio coperta da un soffitto traslucido che porta verso il cortile e i campi da gioco. I volumi sono rivestiti in pannelli di rame e ci sono delle persiane che possono essere chiuse per creare superfici completamente sigillate.
corridoi rivestiti in rame progetto scuola labrthe sur leze lcr architetti
Il rame è utilizzato anche negli interni dove sono stati impiegati nelle pareti dei corridoi e delle aree comuni con fogli lucidati in un tono più arancione. Queste superfici riflettono la luce del giorno che entra dalle finestre a tutta altezza e contrastano con i pannelli del soffitto scuro e le colonne.

Commenti

comments

Both comments and pings are currently closed.