Palazzo Storico Fiorentino

I pavimenti e rivestimenti rappresentano uno degli elementi capaci di definire l’immagine finale di una casa, di conferire ad un’ambiente o a una architettura lo stile, il carattere, l’espressione cromatica del linguaggio utilizzato.
Un restauro durato anni, nel centro storico della città di Firenze, ha interessato un antico palazzo fiorentino.
Con il progetto dello studio di architettura Melucci Nardini Associati i magnifici ambienti del palazzo sono stati adeguati alle moderne esigenze funzionali, pur nel rispetto della tradizione, con un restauro completamente volto a preservare i caratteri storici dell’edificio, esprimendo al contempo un linguaggio espressivo contemporaneo, capace di dialogare splendidamente con il passato.

Palazzo Storico FiorentinoFino dal maestoso ingresso, si capisce che i materiali del Palazzo sono quelli della tradizione fiorentina: cotto, pietra e intonaco, i più classici materiali della tradizione costruttiva rinascimentale.
Sul riutilizzo di questi e sulla loro reinterpretazione contemporanea, si è giocato il progetto di restauro degli architetti.
I prestigiosi ambienti di rappresentanza di uno dei piani del palazzo sono stati lasciati più possibile fedeli ai materiali giunti dal passato, dove il cotto, gli intonaci e gli stucchi, sono stati restaurati con cura.

Melucci e Nardini architetti
E’ stato nei bagni invece che gli architetti hanno utilizzato pavimentazioni e rivestimenti in pietra naturale,  scegliendo i colori chiari di una specifica selezione di Pietra di Rapolano

Nardini e Melucci architetti

Questo materiale, è utilizzato non solo per i pavimenti e i rivestimenti, ma anche per la realizzazione dei top lavabo in travertino.

Top lavabo in Pietra di Rapolano

Il dialogo fra i materiali continua abbinando alla pietra chiara dei piani dei lavabi da bagno, eleganti carte da parati, o tinteggiature degli intonaci con colori classici

Bagno con pietra, carta da parati e intonaco colorato

Questo elegante intervento di restauro nel centro di Firenze, mostra una volta di più come i materiali naturali, il travertino nella sua specifica selezione di Pietra di Rapolano in particolare, si prestino ad essere utilizzati per dare forma ai più disparati stili architettonici, dal più classico come nell’intervento qua presentato, ai più contemporanei e moderni, come visto in altri esempi

Commenti

comments