Rivestire il bagno in mosaico di travertino, mosaico di marmo o mosaico di pietre colorate è uno dei modi più antichi e affascinanti per rivestire interamente o solo parte del nostro nuovo bagno.

L’esigenza di rifinire muri e pavimenti con qualche materiale che li potesse da un lato rendere più facilmente pulibili, dall’altro espressione artistica e decorativa, ha trovato nell’arte musiva, fin dall’inizio della storia dell’architettura, uno splendido modo di rispondere a questa necessità.

bagno in mosaico di travertino

I marmi e le pietre sono disponibili in natura in moltissimi colori e variazione di tono e in passato era più facile ottenere dei piccoli pezzi piuttosto che grandi lastre di marmo per il rivestimento di superfici, formati più economici da produrre, ma più cari da installare. Ma la maggiore difficoltà di installazione era compensata da un basso costo della mano d’opera del tempo.
Ecco che rivestire un pavimento o decorare una parte di un ambiente mediante l’incollaggio di queste piccole tessere colorate era la risposta più giusta, flessibile a alla fine economica.
In questo modo magnifici esempi di arte musiva, hanno preso forma nella storia dell’Arte: Semplici decori, greche o fasce, ornano tutt’oggi pavimentazione monocromatiche delle ville di Pompei.
Le piccole tessere colorate permettevano però anche la creazione di vere e proprie opere d’arte decorative e figurative, come nei mosaici di Piazza Armerina o nel Duomo di Aquileia.

Mosaici del Duomo di Aquileia

In ogni caso, questo modo di decorare e rivestire un ambiente mediate tessere di mosaico richiedeva lunghi tempi per l’installazione e maestranze molto capaci.

I costi produttivi contemporanei, e la difficoltà di trovare mano d’opera capace di lavorare con piccole tessere, aveva fatto si che l’antica tecnica del mosaico per rivestimento di ambienti, fosse stata un po’ abbandonata nell’architettura contemporanea.

Come spesso accade, geniali ma anche semplici trovate consentono una reinterpretazione di tecnologie antiche in chiave moderna. Nel caso dei mosaici in marmo, le tessere che costituiscono il lavoro finito, vengono preassemblate mediante l’inserimento di queste su modelli base predistanziati

Realizzazione di Mosaici mediante maschere

e poi tenuti insieme da una rete retroincollata < Clicca qua per vedere il prodotto finito >.

Le varie tessere di marmo vengono inserite in modelli base

Esempio di mosaico di travertino montato su rete

I fogli di circa cm 30×30 ottenuti, consentiranno una facile e veloce installazione, consentendo di ottenere effetti molto particolari in molteplici forme e dimensioni < Clicca qua per vedere molti esempi >.

I mosaici ottenuti, in molte misure e colori, composti da tessere quadrate, a rombo, a listelli di varie lunghezze o rettangolari, si prestano ottimamente a rivestire bagni in stile classico o moderno, su superfici intere, come l’interno di questa doccia,

Rivestimento doccia in mosaico di travertino

o parziali, diventando decoro e complemento di pavimenti e rivestimenti in travertino.

Rivestimento bagno in mosaico di travertino

I mosaici in marmo montati su rete, possono essere utilizzati facilmente per realizzare piatti doccia e con le sfumature che ogni piccolo pezzo di pietra porta in se, creano ambienti caldi, accoglienti e capaci di evocare la più alta tradizione storico artistica dell’uso della pietra in architettura

Bagno con mosaico in Pietra di Rapolano

Commenti

comments